“Stiamo facendo un passo molto importante verso un’Europa in cui paesi e popoli riacquistano fiducia e guardano al loro futuro insieme. Queste proposte riportano la speranza nel progetto europeo. Non c’è dubbio che i benefici che otterremo domani grazie al Piano di Rilancio e di Trasformazione giustificano l’indebitamento comune oggi”.

Il piano presentato dalla presidente Ursula von der Leyen segna l’inizio della legislatura del cambiamento. In risposta a una crisi straordinaria causata dalla pandemia, l’Unione Europea sta fornendo risposte altrettanto straordinarie, guardando al futuro e al benessere dei nostri cittadini, chiedendo ai giganti del web e della finanza e agli inquinatori di finanziare le risorse necessarie per il Recovery Fund.

Questa proposta è la migliore risposta a quei sovranisti e neonazionalisti che, in tutta Europa, non perdono l’occasione di attaccare l’UE, che, a loro avviso, serve solo gli interessi franco-tedeschi, e vogliono che si disintegri.

Grazie al forte impulso politico del Parlamento europeo, nonché all’ambizione e al coraggio di Emmanuel Macron e Angela Merkel, oggi si propongono finalmente strumenti concreti e innovativi per mettere in atto un’autentica solidarietà europea a favore dei più colpiti dalla crisi.

Stiamo compiendo un passo molto importante verso un’Europa in cui paesi e popoli riacquistano fiducia l’uno nell’altro e guardino al loro futuro insieme. Queste proposte riportano la speranza nel progetto europeo. Non c’è dubbio che i benefici che otterremo domani grazie al Piano di recupero e trasformazione giustifichino l’indebitamento comune oggi.

L’Europa c’è e si affianca alle famiglie, alle imprese e ai territori europei. Oggi il cambiamento europeo sta davvero iniziando.