Dichiarazione di Sandro Gozi,
deputato al Parlamento Europeo,
Renew Europe in reazione al discorso sullo
stato dell’Unione Europea del Presidente von der Leyen

“Siamo noi cambiamento che vogliamo vedere nel mondo”, diceva Gandhi molto giustamente.

Bene Ursula von der Leyen, missione compiuta: noi europei siamo pronti per il cambiamento, la nostra reazione come Unione europea alla crisi provocata dal Coronavirus dimostra che la fiducia reciproca e la sovranità condivisa sono l’unica vera via per il bene comune. Adesso è il momento di andare avanti: avviamo la Conferenza sul futuro dell’Europa e realizziamo senza tabù questo cambiamento.

Ora dobbiamo avanzare: lanciamo la Conferenza sul Futuro dell’Europa e facciamo le riforme necessarie senza tabù.

Dobbiamo garantire la protezione a tutti i cittadini europei dai rischi economici, sanitari e sociali; proseguire nel percorso di trasformazione ecologica e digitale; difendere i nostri interessi vitali, i nostri valori e i principi fondamentali sui quali si fonda la nostra comunità, innanzitutto contro i paesi rivali come la Cina. Dobbiamo inoltre rafforzare la democrazia transnazionale, di cui l’UE oggi ha bisogno più che mai per contrastare i suoi nemici interni ed esterni e realizzare le proprie ambizioni.

Se la Commissione manterrà le promesse fatte, ci troverà sempre al suo fianco per raggiungere insieme tutti questi obiettivi. L’insegnamento di Gandhi è valido per noi europei, oggi più che mai: dobbiamo essere noi il cambiamento che vogliamo vedere nel mondo.